Oggi sono “cavoli amari”

Quando la mente diventa uno “specchio deformante”
gennaio 21, 2019
Quando il mangiar sano non è più sano
gennaio 21, 2019

Oggi sono “cavoli amari”

I cavoletti o cavolini di Bruxelles sono coltivati soprattutto in Belgio e nei paesi del nord Europa, anche se sembra siano originari dell’Italia e introdotti in Belgio dai legionari romani. Sotto il profilo nutrizionale, il cavolo di Bruxelles contiene buone percentuali di sali minerali (potassio, fosforo e ferro), 4g di proteine per etto, vitamine A, C, acido folico. Il consumo dei cavolini fa benissimo alle donne perché, agendo in modo positivo nei confronti di alcuni ormoni, aiuta a prevenire i tumori al seno. I cavoletti di Bruxelles hanno anche proprietà antiulcera, antianemica e disintossicante.

Prima della cottura vera e propria, andrebbero scottati in acqua bollente salata 5-10 minuti a pentola scoperta e scolati subito dopo, altrimenti diventano più amari. Sarebbe però preferibile scottarli al vapore per 10 minuti, così conservano meglio vitamine e minerali… anche perché io ho la fortuna di apprezzare molto i sapori amari!!!


Sicché oggi ho lessato al vapore 12 cavolini; poi ho scaldato qualche minuto a bagnomaria (così non frigge!): olio evo, aglio, 3 peperoncini e 5 acciughine.


Nel frattempo ho cotto in abbondante acqua salata la pasta, scegliendo un formato piccolo, l’ho scolata (lasciando anche un poco d’acqua di cottura) lasciandola nella sua pentola, infine ho versato sopra i cavolini tagliati col condimento insaporito a bagnomaria. È piaciuto!!! Nonostante i cavolini siano proprio dei “cavoli amari”!

Chiara Marchionni