Vi piacciono i lupini?

Voglio raccontarvi una storia…
gennaio 17, 2019
Cosa c’entra il sonno col sovrappeso?
gennaio 17, 2019

Vi piacciono i lupini?

I dati di alcuni studi preliminari sul consumo di lupini negli animali e nell’uomo hanno entusiasmato i ricercatori: il lupino avrebbe mostrato effetti benefici provocando la riduzione del colesterolo nel sangue (colesterolemia), della glicemia (quindi sul diabete) e dell’ipertensione. Effetti positivi dei lupini sembrano esserci anche per la prevenzione del cancro al colon.

I lupini fanno parte della famiglia dei legumi, sono conosciuti già da 4000 anni fa, gli antichi romani li usavano come principale alimento fonte di proteine; poi, in età moderna, la carne è diventata la fonte di proteine più comune, i lupini sono quindi diventati il cibo dei viaggiatori e dei poveri. Se torniamo indietro con la memoria, a qualche decennio fa, per molti era consuetudine consumare i lupini come snack al cinema (in effetti è un’alternativa migliore alle patatine fritte!) oppure la sera nelle veglie fra parenti e amici.

Attualmente purtroppo i lupini sono poco usati, se non in occasioni folcloristiche come sagre e fiere.
In commercio i lupini si trovano già cotti e conservati sottovuoto, dunque pratici, pronti al consumo e ricchi di tutte le loro sostanze nutritive, mentre i lupini secchi, richiedendo un tempo lungo di ammollo prima della cottura, sono meno venduti. Il lupino contiene tracce di sostanze come inibitori di lecitine, tripsina, isoflavoni e composti cianogeni. È importante sapere che per rendere commestibili i lupini, è necessaria una salamoia, utile per “estrarre” gli alcaloidi amari che sarebbero tossici.

I lupini sono utilizzati anche per la produzione di farine che sono destinate per lo più all’alimentazione del bestiame, ultimamente però queste farine sono impiegate anche per la produzione di alimenti vegani, come sostituti delle proteine animali. Inoltre sia i lupini, che la farina che ne deriva, possono essere consumati dai celiaci perché non contengono glutine.
Bene! Lupini belli, buoni e sani!

Mi viene in mente quest’idea…
Dato che negli ultimi anni si è consolidata l’abitudine, soprattutto fra i giovani, di ritrovarsi per l’aperitivo, i lupini potrebbero venirci in aiuto. Spesso questa nuova situazione “conviviale” che è l’aperitivo al bar o al pub, comporta l’assunzione di bevande zuccherate o alcolici uniti al consumo di cibi raffinati, salati e pieni di grassi aggiunti come patatine, pizzette, tartine, focacce e insaccati conservati.
Quindi che cibi proporre da abbinare ad un aperitivo “intelligente”?
Verdure crude in pinzimonio, bruschette di pane tostato integrale con pomodoro crudo a cubetti e olio extravergine d’oliva, olive (possibilmente a basso contenuto di sale) e naturalmente … lupini!

Chiara Marchionni