Tagliata di ricotta

Frutta a guscio e semi oleosi
gennaio 21, 2019
Dolci di natura
gennaio 21, 2019

Tagliata di ricotta

La ricotta non è un vero e proprio formaggio poiché viene fatta col siero del latte, che è quello che rimane dopo la cagliatura del formaggio.
Una volta veniva considerata un prodotto poco pregiato, destinato ai più umili, ma oggi si sa che la ricotta è perfino più nutriente e pregiata (perché ricca di sieroproteine) dei formaggi, che contengono caseina, una proteina del latte verso la quale c’è molta polemica. In alcuni studi è presa in considerazione l’ipotesi che sia proprio la caseina a favorire diverse patologie in chi consuma latte. Inoltre il contenuto di grassi della ricotta di siero è naturalmente basso. La ricotta di siero è quindi un prodotto povero di calorie e facilmente digeribile con proteine di altissimo valore biologico, calcio ed altri preziosi minerali.

Purtroppo la moderna industria casearia per aumentare la resa aggiunge latte (5-25%) o panna, così ci troviamo una ricotta con più grassi e anche con la caseina. Quella non è vera ricotta! Quando comprate la ricotta controllate gli ingredienti e i valori nutrizionali riportati in etichetta: le differenze tra un prodotto e l’altro possono essere molte.

Per la mia tagliata di ricotta ho usato ricotta di siero prodotta da un’azienda locale a conduzione familiare, che utilizza il latte prodotto dalle mucche della loro fattoria. Tutta un’altra cosa da quella dei caseifici industriali!
Si prende una ricotta di siero da circa 500-600 g, per 4 persone.
La mettete in forno con una teglia antiaderente, a circa 175 ° C per almeno un ora, se la ricotta è spessa ci può volere anche di più, però meglio che non sia troppo spessa.

Quando ha fatto una bella crosticina dorata, la togliete dal forno e la lasciate raffreddare un po’. Poi con una bella paletta larga, tipo quella per dolci, tagliate delle fette e le adagiate su un letto di verdurine crude, quelle che più vi aggradano! Oggi avevo il radicchio misto e ho usato quello, ma va bene anche la verza tagliata fine o un’insalatina mista che vi piace o, in estate, rucola e pomodorini ecc.… e condite con un filo di olio evo e pepe, oppure altre spezie, per chi vuole è ottima anche con aceto balsamico.

Occhio! Se la ricotta di siero non è di qualità, questa super semplicissima ricetta … può non “rendere” cioè la consistenza della tagliata non sarebbe ottimale e finirebbe per sbriciolarsi.

Chiara Marchionni